Archivio del Capitolo Cattedrale di Caiazzo

Il Capitolo della Cattedrale di Caiazzo appare per la prima volta in una pergamena del 1106, quando il vescovo Pietro donò il monastero di Santa Croce in “Montis Vernae” all’abate del monastero benedettino di S. Lorenzo di Aversa. Il Capitolo era composto, fin dalle suo origini, dal vescovo e da una congregazione di 21 canonici, come appare in un documento del 1472 ove sono richiamate le antiche costituzioni medioevali.
Il canonico Pasquale Iadone, noto erudito e storico locale del XVIII secolo, scriveva che “esiste in Caiazzo l’archivio del Capitolo ricco di molte carte, molte delle quali in pergamena, che hanno principio dal nono secolo”.
L’archivio venne riordinato diverse volte fin dal ‘500 quando il procuratore e avvocato del Capitolo Camillo Di Grazia, tra il 1595 ed il 1597, compilò l’inventario delle pergamene capitolari redigendone il regesto in un manoscritto dal titolo: “Notamento di tutti i territorij, censi, cnfiteusi del Capitolo di Caiazzo”.
Nel 1923 padre Amelli, abate di Monte Cassino, in una visita accurata all’Archivio della Cattedrale, riscopriva e catalogava 24 preziosi codici in pergamena ivi conservati, compresi tra il X ed il XIV secolo, di cui uno del XI secolo con pregevoli miniature. I preziosi codici furono successivamente depositati presso la Biblioteca Vaticana per essere restaurati e conservati. Sempre da Caiazzo proviene un codice “Missale cum notis musicis pro Introitu, Graduali, Offertorio ecc.”, ora alla biblioteca Vaticana, che si trovava nella Biblioteca Barberini di Roma acquistato dal Cardinale Barberini nel 1638 in seguito alla vendita della Biblioteca del Cardinale Sartorio.
Nel 1925, Padre Antonio Casamassa, dell’Ordine di S. Agostino, riordinò l’Archivio Capitolare e Vescovile catalogando, in particolare, 1351 antichi documenti – 1346 in pergamena e 5 cartacei – descritti in un elenco comparativo, con numeri romani e arabi, ove era anche riportata la segnatura antica e, per le pergamene dell’Archivio Capitolare, il foglio ove il De Grazia le aveva regestate.
Questo lavoro ha permesso lo studio della consistenza del patrimonio pergamenaceo della diocesi e la realizzazione dei progetti di pubblicazione e digitalizzazione del fondo.


ARCHIVIO CAPITOLO CATTEDRALE CAIAZZO

Fondo capitolo Caiazzo

Serie Corrispondenza
Vescovi
Altri
Serie Patrimonio capitolo - Sottoserie Platea