In occasione delle giornate del Convegno Diocesano “Dalla memoria alla testimonianza” (5-6 ottobre, Cotton Movie Piedimonte Matese, ore 18.00), sarà dato il via alla nuova iniziativa della Biblioteca Diocesana: “La seconda vita dei libri”. In pratica sarà allestita una vera e propria “bancarella dei libri scartati” che vengono ceduti al pubblico gratuitamente anche se, liberamente, sarà possibile lasciare un’offerta da destinare al rinnovo delle collezioni. L’intenzione è quella di continuare l’iniziativa, qualora vi sia un positivo riscontro dell’utenza, già a partire dal prossimo ottobre : ogni giovedì pomeriggio dalle 16.30 alle 18.30 sarà possibile trovare la bancarella dei libri scartati. In quell’occasione è anche possibile sostenere la biblioteca indirettamente, donando libri propri che non servano più e che possano essere ceduti a loro volta a offerta libera.

Ma cosa è “lo scarto” in una biblioteca?
Ecco tre domande tra le più frequenti, con le relative risposte

1- Cos’è lo scarto dei libri?
Lo scarto è una procedura comune a tutte le biblioteche e i principi che lo regolano sono contenuti nella carta delle collezioni, consultabile sul nostro sito o direttamente in biblioteca. Le biblioteche che, come la biblioteca diocesana, hanno un fondo moderno che ha, tra i punti principali della sua missione, la contemporaneità, per cui, salvaguardando le opere di maggiore interesse scientifico, storico, religioso, e quelle appartenenti a specifiche collane o serie, dispongono di questa procedura per fare posto ai nuovi arrivi.

2 – E se poi fra un mese qualcuno avesse bisogno di uno di questi libri scartati?
La procedura dello scarto assicura la presenza dello stesso titolo in altre biblioteche del Sistema bibliotecario Diocesano ma soprattutto del Polo SBN Campania.

3 – Di che libri si tratta?
Si tratta di copie doppie o plurime, opere di contenuto informativo superato ma ancora in buono stato.

Lasciare un’offerta alla bancarella in cambio dei libri scartati è solo uno dei tanti modi per sostenere la biblioteca: se vuoi puoi scoprire è possibile scoprire gli altri… Avvicina il punto informativo della Biblioteca durante i giorni del convegno o vieni a visitarci direttamente in Biblioteca.